IF13: ven 11 a Pisa si parla di donne (#imperativofemminile)

IF13

 

Torna l’Internet Festival a Pisa (#IF13) dal 10 al 13 ottobre. 150 eventi, 200 ospiti, 20 location, 62 laboratori per ragazzi. IF13 è dedicato alle nuove “Forme di futuro”. nelle diverse location si discuterà della storia di Olivetti e del futuro dell’editoria cartacea, si parlerà di come prevenire il crimine con le teorie sulla eSecurity e dell’utilizzo dei Big Data; le scoperte green per vivere meglio saranno al centro della sezione Rural hub, mentre delle città del futuro discuteranno amministratori locali e internazionali.

Io cercherò di seguire in particolare la giornata di venerdì 11. Un intero giorno dedicato alle donne e alla loro rappresentazione attraverso e sulla rete.

Il mio personalissimo programma:

  • h 10.00 Come i femminismi ti bucano la filter Bubble

  • h 11.10 Muore il re cartaceo, viva il re digitale? Gli editori europei e la transizione più drammatica

  • h 12.50 Il corpo femminile tra immaginario, libertà e violenza

  • h 15.00 Women for Intellingent and Smart TERritories: la Rete, le differenze e le competenze

  • h 15.30 Gender digital divide. Quando la frattura digitale ha un genere

  • h 17.10 In rete il business è donna?ù

  • h 18.30 Meet the media Guru. Special edition IF 2013

Spero di tornare con tanti spunti di riflessione da condividere.

Microsoft compra Nokia

nokia-buildingE’ la notizia del giorno. Microsoft ha comprato Nokia per 7,17 miliardi di dollari. O meglio 4, 99 miliardi di dollari per l’acquisto della divisione device e servizi e 2,17 per l’accordo sui brevetti. Un’azione come questa conferma che un big, proprietario di software come Microsoft ha capito che per stare alla situazione attuale ha bisogno di dispositivi. Che forse qualcuno ci avesse già pensato?

Su arstechnica.com leggo che nella transazione sono inclusi il reparto design, produzione, vendite e supporto e marketing. Insomma l’azienda di Redmond sta comprando una licenza di 10 anni sui brevetti Nokia, con un’opzione per rendere l’accordo definitivo. I marchi Lumia e Asha (smartphone di punta della casa finlandese) vanno direttamente a Microsoft , mentre il marchio Nokia continuerà ad apparire sugli attuali prodotti (serie 30 e 40) ma presumibilmente per i futuri prodotti il marchio finlandese sparirà definitivamente.

La prima riflessione che faccio dopo aver letto dell’accordo è che Microsoft voglia creare il 3° polo della comunicazione  accanto ai ben solidi di Apple e Samsung. Ci riuscirà?

Che Nokia abbia sempre creato ottimi prodotti non è in discussione, il problema va cercato ben più a monte. Quando cioè non è stata in grado di reagire e/o non ha voluto all’impetuosa onda degli smartphone. Quando è rimasta indietro rispetto ai concorrenti.

Per un po’ nessuno ha parlato di Nokia, nessuno se non i pochi affezionati hanno continuato a comprare Nokia, mentre l’iPhone regnava e Samsung lo tallonava. Ecco come il brand Nokia è sparito dalla mente del consumatore. Ora con questa acquisizione bisognerà che Microsoft identifichi una strategia comunicativa e ovviamente molto social per far riemergere un colosso come Nokia, nella mente dei consumatori, troppo abituati a Apple e Samsung.

 

Dig.it: si discute di giornalismo online a Firenze

Ricevo e pubblico con estremo piacere.

Il giornalismo naufraga ma il web forse lo salva! A Firenze una due giorni tutta dedicata al giornalismo on line.

Esperti di rete, giornalisti, avvocati, giuristi, sindacalisti, venditori, esperti di marketing, amministratori pubblici, blogger e twitters si riuniranno il 4 e il 5 luglio prossimi all’Audiorium di Santa Apollonia nel capoluogo toscano per cercare di fornire alcune risposte alle numerose domande che quotidianamente affollano il web. Continue reading