10 fra i peggiori consigli sui social media

Chiunque si improvvisa esperto di social media, ovvio perché no? chiunque li utilizza. C’è però differenza fra l’utilizzo professionale e quello nella vita privata. Ho raccolto qui sotto un po’ di pessimi consigli attenti a non seguirli!
pacchetto-ufficio-stampa-Copy

 

1. devi essere presente su tutti i social media

Certo, più visibilità, ma rischiate di sparare nel mucchio senza essere efficaci, i vs potenziali clienti sono sicuramente presenti sulle piattaforme social ma allo stesso modo è una o al massimo due quella sulle quali si informano su tematiche inerenti il tuo business. Su queste piattaforme si confrontano con altri utenti, esprimono giudizi e si formano sui vs prodotti.

2. i social media vanno usati per vendere i  prodotti

Anche se ormai quasi tutte le piattaforme social hanno inserito bottoni che permettono di acquistare direttamente i prodotti, la realtà è che sui social le persone si informano, si confrontano, si formano opinioni sui prodotti ma raramente li acquistano direttamente (almeno al momento).

3. usate gli strumenti di automazione per i vs post

Questo può essere valido per alcuni dei post che pubblicate, ma non per tutti è importante essere SOCIALI sui social media… non rispondere ad un commento, non monitorare cosa postano e come lo fanno i vs follower è un grave errore e potrebbe cancellare in un attimo il lavoro (la fiducia conquistata) di mesi

4. i social media rimpiazzano l’email marketing

Questi due mezzi di webmarketing vanno gestiti insieme. I social media danno possibilità di incrementare il numero di iscritti alla newsletter, di chiedere quali argomenti interessano di più…

5. scegli e usa un solo social media

Esattamente come per il primo punto non ha senso scegliere FB o Twitter senza motivo, è importante capire dove stanno i vs potenziali clienti, dove si discute dei temi inerenti il vs business? dove sono i tuoi competitor?

6. aggiungi ad ogni post quanti più hashtag puoi

Non ha alcun senso, anzi probabilmente il vs contenuto apparirà nelle ricerche di chi non è interessato al tema e andrà a vuoto, tanti hashtag lunghi, generici e non studiati a dovere, tolgono spazio ad un contenuto che potrebbe essere più interessante.

7. la grandezza delle immagini non conta

Pensate mobile, alzate la testa, quante persone intorno a voi stanno guardando lo schermo di uno smartphone? Ogni social ha le sue specifiche in fatto di img e video, studia quali misure deve avere un’img per risultare bene su quella specifica piattaforma social. Domandatevi quale sarà il suo utilizzo: per uno spot? per un evento?

8. non è necessario avere una strategia social

I social media vanno gestiti e con una strategia ben pianificata se si vogliono risultati. Bisogna prefiggersi degli obiettivi, programmare un calendario editoriale e raccogliere e analizzare i risultati. Una strategia social di successo richiede pazienza e costanza.

9. ignora i commenti negativi

E’ il peggior consiglio che vi possano dare. Non rispondere ad un commento negativo potrebbe farvi ritornare al via! E’ come pensare ad un’azienda che non affronta un momento di crisi. E’ un’occasione per scusarsi e trovare una soluzione con il cliente. La tua reputazione online rimarrà intatta.

10. posta quando hai tempo

Vedi punto 8. Non ha alcun senso potreste perdervi un commento che un’ora dopo ha già ricevuto altre risposte, ad esempio…

Avete ricevuto consigli così? ne avete altri da suggerirmi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno − 1 =