Routine quotidiana per content curation

Costruire una routine quotidiana può sembrare, almeno ad alcuni, una cosa noiosa. In realtà imporsi una serie di azioni codificate e da ripetere ogni giorno può salvarti la vita dallo stress. Soprattutto se vi occupate di content curation per altri. E se siete freelance.

L’obiezione che mi farete è: ricercare notizie sui temi che mi interessano è una cosa che mi diverte e che faccio tutti i giorni… ricordate che ci sarà il giorno in cui non avrete tutto il tempo che serve per farlo e allora si che rimpiangerete di non esservi imposti una noiosa routine.

Ecco allora un po’ di consigli “curati” per voi. Per le fonti complete e se volete approfondire, un grazie a Kevan Lee Julie Gauthier e Neil Patel. 

Tanto per non dimenticare: content curation significa fare ricerca e organizzare, fra una grande quantità di contenuti web, i contenuti migliori, più significativi e presentarli in un modo semplice da fruire e organizzato.
Che poi è esattamente ciò che fa il curatore di una mostra: scegli le opere migliori, le mette mostra in modo che siano facilmente fruibile e aggiunge una didascalia per spiegarle

  1. scrivete e pubblicate un post, prendetevi un’ora al giorno per far questo e potrete pubblicare 2 articoli a settimana.
  2. aggiornate un vecchio post, per far questo avrete bisogno di 10 minuti al giorno (non dimenticate eventuali nuovi tag)
  3. postate un link ad articolo su ogni social media, vi serviranno 5 minuti al giorno

ricordate che che i tempi indicati qui si raggiungono dopo un po’ di pratica..

  1. rispondete a 1 tweet, 1 post di G+, 1 di FB, partecipate ad un discussione su Linkedin,commentante 1 Pin, ecc ecc (10 minuti/giorno)

Perché obbligarsi alla routine proprio tutti i giorni?

  • perché sarete informati e aggiornati su tutto ciò che viene pubblicato nel “vostro” ambito di interesse. Contemporaneamente saprete cosa è più letto dai vostri follower
  • potrete interagire con gli esperti dell’ambito (commentando, riprendendo loro post, condividendo loro contenuti…)
  • potrete pubblicare sempre più contenuti

OK, ora sapete i vostri “obblighi quotidiani”, da dove partire a fare content curation?

  • trovate, costruitevi una lista di fonti. Un buon punto di partenza è Alltop
  • leggete i post che trovate (non è una banalità credetemi)
  • salvate, mettete nei preferiti, tweetate, pinnate gli articoli che vi interessano, prima o poi dovrete ricercarli…

Vi lascio con un’immagine: una guida alla pubblicazione quotidiana sui social, provatela e ditemi se funziona!

The-Frequency-Guide-for-Curators

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 + 20 =