#imperativofemminile: Curvy eccone un altro!

Anche questa volta devo prendere spunto dalle riviste patinate femminili. Edizioni speciali, copertine doppie per proporre un nuovo modello di donna. Fate attenzione ai termini un nuovo MODELLO di donna.  A cui danno anche un nome “curvy“.

Affermano di proporre un nuovo modello, ma proprio nel dargli un nome, una definizione lo stigmatizzano e vanificano ogni tentativo di fornirlo. Perché? Perché lo pongono così  al di sopra della normalità lo presentano come un’eccezione.cloud2

Perché la modella curvy deve essere proposta come tale? Se invece semplicemente cominciassero a mettere foto e copertine senza annunciarle prima, forse non raggiungerebbero lo scopo prima? Sospetto che ci siano un bel po’ di interessi dietro. Vedi pagine pubblicitarie con modelle ‘normali’.

Semplicemente fotografata forse non sarebbe curvy ma solo modella, un modello come gli altri e non un’eccezione al modello a cui siamo abituati.

Curvy: ecco un altro#imperativofemminile

#imperativo femminile2

Seconda puntata dell’imperativo femminile. Alcune parole che piacciono tanto ai magazine femminili:

tempo

il tempo è esso stesso un imperativo. Corre, passa sempre più in fretta, non se ne ha mai abbastanza. Il diktat è che va trovato per cose fondamentali come: la depilazione, il trucco, le domande da fare a lui ecc ecc

sulle riviste per donne (pensateci se avessi scritto ‘per uomini’ avremmo pensato ben altro.. ) viene trasmessa ben chiara l’ansia da tempo inafferrabile e a chi non capita di impanicare… non è definibile donna.  Continue reading