cosa è e come usare il tag nofollow

usare-tag-nofollowcosa è il tag nofollow

un valore, un comando che inserito nella stringa html legata ad un link dice al motore di ricerca che quel link non dovrebbe essere seguito e indicizzato.

Il tag nofollow praticamente dice a Google di non considerare quel  link come “collegato” con il nostro sito.

quando usare il tag nofollow:

tutte le volte che volete dire a G che quel link non ha a che fare col vs sito. Qui di seguito quando usarlo:

  • contenuti non attendibili – se non potete garantire per quei contenuti, se non vi fidate, se non volete che i contenuti di quel link siano legati al vs sito [in casi come questi valutate se è davvero fondamentale per la comprensione del contenuto quel link] se non li conoscete bene ma avete bisogno comunque di linkarli
  • sulle pagine “registrati” o “accedi” o comunque le pagine del vs sito che contano meno per voi (in ottica seo ovviamente 😉 )
  • link a pagamento (link di affiliazione, link a vendita dì prodotti, link pubblicitari…) – le linee guida dei motori di ricerca richiedono che i link a pagamento vengano segnalati in un formato leggibile dal computer, esattamente come dovrebbe accadere per chi legge che apprezza la segnalazione dei contenuti a pagamento

>>>>>>>>>>>>>>per approfondire: la posizione di Google in merito ai link a pagamento.

  • link nei commenti ( a meno che non vi fidiate)

E alla fine – ora che vi siete fatti un’idea di cosa siano i tag nofollow  – tenete presente che Google stesso ci dice che la percentuale di utilizzo di nofollow è bassa.

Il cerchio si chiude “content is the king”

Google, negli anni, ha cambiato il modo in cui gestisce i tag no follow ma nessuno sa davvero come.  Ciò che rimane davvero importante è proporre contenuti di valore e facilmente trovabili, usare parole giuste e chiare. Come cerchereste il vs contenuto su google? con quali parole? vi darà un’idea di cosa mettere nel titolo del vs post, ad esempio.

Ricordate: ogni link che proviene da un sito autorevole è valido che abbia tag “do follow” o “nofollow”. Smettiamola di preoccuparci del tag nofollow e semplicemente cerchiamo di usare link di valore.

Storia di francobolli, cartoline e la pagina eventi

cartolina

Oggi voglio raccontarvi una storia: quella che lega francobolli, cartoline e un’edicola. Non so se, ancora, si comprano le cartoline dai luoghi delle vacanze ma c’è stato un periodo prima, di instagram, prima delle reflex in cui la testimonianza della vacanza era affidata all’invio di una cartolina.

Per fare in modo che la cartolina arrivasse a chi era rimasto a casa era necessario un francobollo che si comprava dal tabaccaio. Mia madre ha avuto un’edicola per parecchi anni e io bambina un giorno le chiesi “perché vai a comprare i francobolli dal tabaccaio che tanto li vendi allo stesso prezzo che li paghi?” Credo di aver capito solo dopo anni cosa stava dietro la risposta: “così chi compra le cartoline li trova da noi”. Ed è proprio della comprensione di questo concetto che voglio parlarvi oggi.

E’ la risposta al perché la pagina eventi di un sito di informazione – e esponenzialmente di più se di informazione locale e iperlocale si tratta – va curata e fatta bene. Continue reading