FESTIVAL DELL’ECCELLENZA AL FEMMINILE

Ricevo e pubblico con GRANDE piacere

Festival dell’Eccellenza al Femminile – LA CONCILIAZIONE – Donne e uomini nel Terzo Millennio –  Genova, 14-25 novembre 2014 – IX Edizione

a cura di SCHEGGE DI MEDITERRANEO – www.eccellenzalfemminile.it

Dal 14 al 25 novembre torna a Genova il Festival dell’Eccellenza al Femminile con una IX Edizione intitolata “La Conciliazione. Donne e uomini nel Terzo Millennio ”, “conciliazione non solo tra la vita famigliare e lavorativa, ma anche tra maschile e femminile, perché il mondo delle donne che si intende mettere in luce è aperto e dialogante. Le donne hanno un ruolo trainante nell’affrontare e superare criticità sociali, politiche ed economiche” afferma Consuelo Barilari, ideatrice e Direttore Artistico della più grande manifestazione di genere in Italia, che è stata insignita di 3 medaglie del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e gode del patrocinio dell’UNESCO.

Accanto e correlato al tema della Conciliazione, che costituisce il filo conduttore che attraverserà tutte le sezioni e iniziative della kermesse, grande rilievo avranno anche il territorio Ligure e la valorizzazione del suo patrimonio immateriale, con il coinvolgimento di diversi comuni della provincia di Genova e il tentativo di contribuire, in questo momento di trasformazione, ad un’interpretazione del concetto di città metropolitana in cui lo scambio tra centro e periferia è fonte di arricchimento per entrambi.

Fondamentali novità e nuovi progetti dell’edizione 2014 del Festival sono costituiti da:

La sede: la location centrale per lo svolgimento di incontri, tavole rotonde e dibattiti sarà Palazzo Doria Spinola, attuale sede della Prefettura e della Provincia e futura sede della Città Metropolitana. Lì sarà allestita la mostra “Liguria. Patrimonio Immateriale”, esposizione di prodotti eccellenti dei territori dei comuni della provincia di Genova;

Respiro internazionale: dal 22 al 26 ottobre il Festival sarà in Polonia, a Cracovia, in qualità di ambasciatore a livello regionale e nazionale delle istanze sociali e politiche della figura femminile del nostro paese in occasione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo. In collaborazione con l’Istituto di Cultura Italiana a Cracovia verrà “esportato”, insieme allo spettacolo-simbolo del Festival “Fedra. Diritto all’Amore” (testo di Eva Cantarella, regia di Consuelo Barilari, con Galatea Ranzi), il progetto “Patrimonio Immateriale e rappresentatività al Femminile. Teatro, Poesia e Prodotti si incontrano”, che prevede l’allestimento di una mostra mercato di prodotti eccellenti della Liguria, per raccontare, per mezzo di una filiera al femminile di donne liguri, il paesaggio rurale e la sua memoria. Nel corso della trasferta a Cracovia verrà inoltre scelta come vincitrice della sezione Internazionale del Premio Ipazia all’Eccellenza Femminile una donna eccellente polacca. Sarà infine istituito un nuovo premio, Lady Truck, che verrà conferito a novembre a Genova nell’ambito del Festival a Katia Likus, presidente del colosso polacco Likus Group, nonché di una rete di gallerie d’arte, una figura-simbolo della capacità delle donne di “fare impresa” coniugando l’aspetto economico a quello culturale, dove il secondo costituisce l’obbiettivo reale;

La Rassegna Teatrale “La conciliazione. Dal mito al Terzo Millennio”: mentre la città metropolitana prende forma il Festival si fa interprete del cambiamento e propone, in collaborazione con 12 comuni della Provincia di Genova (oltre a Genova, Cicagna, Torriglia, Sori, Rapallo, Mele, Arenzano, Bogliasco, Campo Ligure, Masone, Rossiglione, Santa Margherita Ligure), 18 spettacoli che avranno luogo nei diversi Teatri della Provincia e saranno affiancati da dibattiti ed esposizioni di prodotti eccellenti del territorio, per abbattere lo stereotipo della marginalità di ciò che è geograficamente periferico rispetto al centro. Novità assoluta di quest’anno è inoltre il progetto Orfeo Millennium, ideato da Consuelo Barilari e prodotto in sinergia con il Teatro di Tor Bella Monaca (dove sarà in scena dal 5 al 16 gennaio 2015). Una riflessione sull’universo dei giovani, da loro interpretato (sia la recitazione che le scenografie saranno affidate a ragazzi/e di max 35 anni selezionati attraverso provini e bandi nazionali) e ad essi rivolto che sarà presentato a Genova in anteprima nazionale con 6 mise en espace che precederanno gli spettacoli veri e propri, i quali vedranno in scena alcuni degli artisti e registi più significativi del panorama teatrale italiano, tra cui Galatea Ranzi, Paola Quattrini, Milena Vukotic, Viviana Piccoli, Filippo D’Alessio, Giulia Pont, Krysztof Zanussi. Sfondo comune di queste opere è il confronto con l’universo del mito, che continua ad essere chiave fondamentale per l’interpretazione del presente;

Il workshop dedicato a operatori del settore turistico “Territori, Alimentazione, Memoria. I beni culturali antropologici e ambientali nel terzo millennio”: anch’esso novità assoluta della IX edizione della kermesse, il corso, che si compone di 5 incontri, si inserisce nella serie di eventi organizzati dal Festival, già dallo scorso marzo, in vista di EXPO 2015. Esperti, docenti universitari, membri di laboratori e progetti per Expo 2015 proporranno una visione allargata del Patrimonio Immateriale e delle eccellenze del territorio della provincia di Genova e di alcuni territori liguri. Il workshop spazierà dall’alimentazione alla scienza, con uno sguardo attento ai paesaggi urbani e rurali, alle persone e alle storie, all’agricoltura e all’artigianato, proponendosi come punto di incontro e scambio per tutti coloro che operano o intendono operare nel settore turistico-culturale. Responsabile scientifica è Marinella Carosso, membro del percorso antropologico “Cibo”, laboratorio Expo Milano 2015 – Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Ricco di appuntamenti e protagonisti eccellenti del panorama culturale nazionale ed internazionale, il Festival spazierà tra spettacoli teatrali, incontri, tavole rotonde, manifestazioni artistiche, Premi Nazionali ed Internazionali, eventi espositivi e mostre mercato, proponendosi come momento di dialogo, di confronto e di spettacolo.
Ambizioso obiettivo che la manifestazione si propone è promuovere la cultura per tutti e il turismo culturale, favorendo la partecipazione del pubblico ad una gamma davvero diversificata di eventi comunque accomunata da un unico fil rouge.

Mettere in risalto l’Eccellenza al Femminile in tutti i settori, culturale, economico, etico, scientifico, è da sempre il fine ultimo del Festival dell’Eccellenza al Femminile, che ha ospitato negli anni passati personalità di fama internazionale, tra cui Rita Levi Montalcini, Dacia Maraini, Carla Fracci, ORLAN, Vanessa Beecroft, Maria Luisa Spaziani, Alejandro Almenabar, Thierry Gaudin, Carlo Verdone, Claudio Magris, Giovanni Vattimo.

info sui biglietti qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − sette =