Stiamo uniti!

Stiamo uniti!
Il motto della squadra del Festival di SanRemo appena concluso.
Il messaggio voleva essere un proclama al festeggiamento dei 150 anni? voleva essere un monito alla politica di oggi? un incoraggiamento al nuovo gruppo di lavoro, unito per Sanremo?
Non so quale fosse l’intento, e forse sono una delle poche persone a non averlo capito, chiedo perdono, ma se non sono l’unica vuol dire che il messaggio, pur così breve, non è stato così chiaro.
Il più delle volte mi è parso persino ironico (che fosse così tanta la consapevolezza?mah…) a partire del più nobile scopo, quello dell’Unità d’Italia passando alla situazione politica di oggi, fino ad arrivare all’unione del team sanremo, quale unione c’è in Italia? quale unione c’è fra Belen e Elisabetta?fra Morandi e Luca&Paolo? Questa la reazione al motto.
La mimica delle manone di Morandi che afferravano con forza il vicino di turno, che non era così vicino, non credo abbiano aiutato la chiarezza del messaggio rendendolo ancora più goffo, forse.


E come tutto in Italia la politica arriva al Festival di SanRemo. Stiamo uniti!